foto 1.jpg
tra-le-mie-parole-1040x1040-V02.jpg
laura book 4.jpg

COME NASCE LA MUSICA DI LAURA

Fin da bambina Laura comincia ad appassionarsi a tutto ciò che è in grado di produrre un suono. Inizia a studiare canto all'età di 10 anni e sviluppa un particolare orecchio musicale che le permette di riprodurre melodie e temi più o meno complessi al pianoforte. Inizia in questi anni ad appassionarsi a vari generi musicali con una predilezione per il mondo cantautoriale, Italiano prima, ed internazionale poi. Tra i suoi punti di riferimento Lucio Dalla, Gianni Morandi, Ivan Graziani, Ron (diventato poi un amico e fonte di ispirazione) , i Bee Gees, Dionne Warwick, gli America, i Toto... All'età di 12 anni inizia a prendere parte a numerosi concorsi canori maturando le prime esperienze sul palco ed inizia ad esibirsi nei locali qua e là per la Toscana. Fondamentale si rivela l'incontro con il produttore Mario Fabiani (ORO, Irene Grandi, Dolcenera...) grazie al cui incoraggiamento partecipa giovanissima al Festival di Napoli 2003 partecipando alle masterclass tenute, tra gli altri, dal maestro Diego Basso. Anni dopo Laura collaborerà ancora in veste di compositore con l'etichetta di Fabiani, ISI Produzioni. Laura inizia a comporre la propria musica a 14 anni; una delle prime canzoni che vedono la luce è "Se una donna va via" brano che verrà pubblicato anni dopo nel disco "Come un uragano" della presentatrice di Canale Italia Sabrina Borghetti su etichetta Suonami. Durante gli studi universitari Laura entra far parte del progetto IGRB (Italians in the Gold Rush and Beyond) cofinanziato dal Ministero Degli Esteri in collaborazione con l'Università degli Studi di Firenze. Compirà uno studio sul campo sulle origini della musica dei Nativi d'America recandosi nella riserva Indiana di Morongo (CA). Durante questo viaggio Laura ha l'opportunità di esibirsi per gli emigrati Italiani in California nelle serate organizzate dall'associazione OCICA nell'area di Los Angeles. Laura entra a far parte della scuderia del produttore Giancarlo Sorbello (SunGarth Studio, RCA, Goblin) trasferendosi a Roma e dando vita al quartetto jazz "Laura Polverini Quartet" con il quale si esibisce nei maggiori club della capitale. Risale a questo periodo l'incontro folgorante in studio con il Maestro Ennio Morricone. "Poter vedere il maestro scrivere la sua musica con la matita rimane uno dei ricordi più belli che io abbia; poter essere ascoltata dal Maestro ed avere potuto incidere per lui dei provini mi ha spinto a credere nella possibilità di migliorarmi.", dirà Laura anni dopo. In questo periodo inizia a lavorare come corista in diversi studi di registrazione della capitale, come insegnante di canto moderno e vocalist di varie formazioni, orchestre spettacolo e band. "Non ho mai voluto rinnegare l'ambiente dal quale provengo, quello delle sagre e delle feste dì paese. Ci sono dei pregiudizi infondati sul mondo della musica da ballo. Mi ha permesso di migliorare come artista e di capirmi meglio come persona. Si può fare musica a qualsiasi livello passando da un genere all'altro senza distinzioni. Non credo nella musica di Serie A o B ma nel valore dell'umiltà", afferma Laura. Nel corso delle sue serate in giro per le piazze in tutta Italia Laura ha potuto salire sul palco come corista con personaggi del calibro di Bobby Solo, Little Tony, Gatto Panceri, Alan Sorrenti, Nuovi Angeli, Mal, Donatello, Rossana Casale, Michele Bravi, Santino Rocchetti, Orchestra Casadei, I Bisonti, Al Bano, Roberto Pagani... Nel 2013 avviene l'incontro con il musicista e produttore Bolognese Omar Lambertini che sceglierà di produrre proprio "Se una donna va via" e "Uomo di stoffa" per Sabrina Borghetti su etichetta Suonami/Galletti Boston. "Uomo di stoffa", scritto con l'autore Moreno Marani, diventa uno dei brani più ballati e richiesti di quella stagione posizionandosi al primo posto nelle classifiche di genere. Da questo momento in avanti Laura inizia a scrivere regolarmente per altri artisti collaborando con varie etichette discografiche ed edizioni musicali in tutto il territorio nazionale. Attualmente risulta essere una delle firme più richieste nel panorama della musica da ballo e non solo. Dal 2017 collabora stabilmente con l'etichetta discografica Digital Store Network per la quale incide il singolo "Guardami" contenuto nella compilation "The One - Deejay Dancing Music Evolution" (Baccano) ed "Over my mind" contenuto nella compilation "Amore Mediterraneo". Sempre nel 2017 entra a far parte come voce femminile dell'Orchestra Genio & Pierrots calcando i palchi di tutta Italia ed incidendo il brano "Quel poco che resta" (Novalis). Vengono pubblicati in questo periodo vari remix di successo "Oro Japan Remix", "Direzione la vita", "Fenomenale", "Meraviglioso RMX" tutti su etichetta Digital Store Network in collaborazione con Briel Ferry. Nel 2019 partecipa al VI concorso per autori del CET Scuola autori di Mogol con il brano "Tra le mie parole" ottenendo la pubblicazione del testo nell'antologia degli autori Italiani più meritevoli edita da Aletti Editore. Nel 2020 dà vita alla nuova formazione Laura Polverini Band con la quale si esibisce sino allo stop imposto dalla pandemia. Collabora con il maestro Stefano Scartocci (Lucio Dalla, Rai2) dando vita ad un sodalizio musicale sviluppatosi durante il lockdown. Nel 2021 è prevista la pubblicazione del singolo "TRA LE MIE PAROLE".